RSS

I vantaggi della pettorina.

15 Mag

Perchè la pettorina dovrebbe essere meglio del collare?

Intanto è bene precisare che non tutte le pettorine sono confortevoli per il cane, ne esistono diversi modelli ed è bene scegliere quella giusta. Purtroppo le più diffuse sono anche le peggiori, in quanto si tratta delle pettorine che piu facilmente si trovano in commercio.

La pettorina di cui sto parlando è la cosiddetta “scapolare”, fatta ad X .Ne avrete certamente vista una addosso a qualche cane…Come si può notare dalla foto questa pettorina costringe la zona delle spalle(può facilmente provocare danni in quella zona, alle articolazioni) e sfrega dietro , nella zona delle ascelle, provocando irritazioni. E’ da evitare,specialmente se il cane tira.

La pettorina migliore di tutte è quella di tipo svedese, fatta ad H (detta di Feltmann, oppure “alla romana”)

La forma ad H si può notare nella seconda foto. Questo modello è stato progettato apposta perchè il cane,anche se tirasse come un matto,non si faccia male. Infatti l’aggancio è spostato verso la schiena del cane,in modo che non si faccia nessun danno nè al collo nè a trachea,schiena,spalle o arti anteriori.I lacci poggiano sul petto e sul tronco del cane(lontano dalle ascelle),senza sfregare e garantendo al cane completa libertà di movimento anche nel momento in cui tira (l’altra pettorina invece tende a stringersi attorno al cane).E’ il modello in assoluto più confortevole,è regolabile e aderisce perfettamente al corpo.In questo modo distribuisce la forza equamente sul cane, facilitando il conduttore(che riesce a trattenerlo con bisogno di meno forza).Le pettorine di questo tipo che aderiscono meglio al cane, sono quelle con gli anelli (non solo sul petto dove si incontrano tre fetuccie,ma anche sulla schiena verso il collo e sotto al torace,quindi in tre punti) oppure senza l’anello sul petto fatte come queste.

Dove trovarle? Come già detto in negozio se ne trovano poche e quelle poche può capitare che siano anche di scarsa qualità (senza tutti gli anelli, di tessuto troppo rigido,con le fetucce su schiena e torace troppo corte,più difficili da infilare perchè con solo un gancio.. etc).Quindi sempre meglio che niente,ma se volete una bella pettorina fatta bene la si può comprare su internet: le migliori sono quelle sul sito dell’ Haqihana e su Perroslife(qui si trovano anche quelle fatte a Y)…Certo costa un po di più tra spedizione e tutto,ma la qualità è ottima..Ne ho nominati due ma se ne possono trovare anche su altri siti… Qui potete leggere un articolo di Simone Dalla Valle sulla pettorina svedese http://www.simonedallavalle.com/docs/62_65_addestramento.pdf

 

L’altro tipo di pettorina utilizzabile in alternativa a questo è la norvegese/finlandese con forma ad Y.

Si può confondere con la scapolare,ma è ben diversa.C’è una fetuccia verticale che avvolge il torace del cane ed una orizzontale (perpendicolare a quella) che avvolge il petto.Si mette anche in modo diverso, senza dover manipolare le zampe del cane.Da quel punto di vista è molto comoda e veloce da mettere. Il guinzaglio si aggancia nell’anello di stoffa posizionato sopra(NON si aggancia sul petto del cane, ma sopra sulla schiena. Quelle sono un’altro tipo di pettorine).Anche con questo tipo di pettorina il cane non avrà problemi: aderisce al corpo e lascia libere le zampe, quando il cane tira la forza si distribuisce senza far danni. Io personalmente preferisco comunque il modello svedese, trovo che dia ancora maggiore libertà al cane, che sia piu comoda e ben fatta. (anche se adesso in realtà uso piu spesso la norvegese)

Non badate tanto ai nomi, si fa sempre confusione(alcuni chiamano ad un modo una, altri l’altra)..Piuttosto memorizzate bene come sono fatte, l’importante è saperle riconoscere.

__________________________I vantaggi di queste pettorine

-Quando il cane strattona la forza si distribuisce e non si fa nulla.

-Anche quando il guinzaglio è teso il cane riesce a comunicare con i suoi simili (anche se non perfettamente, molto meglio che con il collare…Detto questo, l’ideale è che i cani si incontrino da liberi. Ma se si è costretti a tenerli legati, il guinzaglio deve essere tenuto morbido e la pettorina lascia certamente più libertà d’espressione) e ad annusare a terra.

-Dal punto di vista psicologico è molto confortevole per il cane, non gli limita i movimenti e non gli da sensazioni negative.

-Molti cani solo passando alla pettorina, già tirano molto meno.Infatti..

-Fa rilassare il cane, che non si sente minacciato in nessun modo, anzi è molto più libero e sereno.DI conseguenza favorisce il rapporto con il padrone.

La pettorina va bene per tutti i cani di tutte le razze, taglie ed età.Fanno danno solo i modelli sbagliati.Non insegna al cane a tirare,anzi spesso ha l’effetto opposto. Questo articolo infatti si collega all’educazione al guinzaglio (insegnare al cane a non tirare) perchè il metodo che spiegherò nell’altro articolo prevede, appunto, l’uso della pettorina svedese.

________________________Altri tipi di pettorine o collari 

-Lo strozzo (e semistrozzo) …Capirete che se già il semplice collare è negativo,lo strozzo lo è ancora di più.Il collo è una parte molto sensibile del cane (anche di cani grandi e muscolosi): portarlo in giro tenendolo per il collo non è certo piacevole e, per quanto il cane sia bravo, può sempre capitare uno strattone involontario…

Collari a cavezza: avvolgono il muso del cane senza però fargli male. Il problema è che come prima cosa non è stato progettato per il cane che tira al guinzaglio,ma principalmente serve per altri problemi,come seconda cosa va utilizzato solo sotto il consiglio e la supervisione di un educatore cinofilo,che soprattutto insegnerà il modo corretto di utilizzare questo strumento.Infatti può fare gravi danni al cane in caso di strattoni . Inoltre per quanto riguarda il tirare al guinzaglio,costringe il cane a girare la testa verso di te. Io preferisco che lui la giri volontariamente,per cui secondo me è meglio la semplice pettorina: si può insegnare la stessa cosa ma senza nessuna neanche minima costrizione.Limitano i movimenti del cane,come abbassare la testa,annusare,comunicare bene con gli altri cani.

Pettorine easywalk/easyplay: sono fatte in modo simile alla pettorina ad Y ,L’aggancio è posizionato davanti,sul petto del cane. Per questa pettorina vale lo stesso discorso della cavezza: il gancio posizionato sul petto fa in modo che il cane se tira sia costretto a girarsi verso il conduttore.Anche qui è meglio l’uso della semplice pettorina svedese: ci si metterà di più,ma l’importante è il benessere del cane..Inoltre se proprio si vuole ,è possibile “crearsela” da soli,semplicemente con una pettorina svedese:al posto di agganciare il guinzaglio sopra si aggancia sull’anello sul petto..Poi è molto facile se non si sta attenti che il cane si inciampi nel guinzaglio,che va a finire sotto le zampe,dato che è posizionato a quel modo…Mi sembra fastidiosa per il cane,soprattutto se si sposta in avanti (a me non interessa dove sta,basta che non tiri..e questo non si raggiunge con lo strumento in sè,ma con il lavoro fatto dal padrone con il cane).

Qui riporto articoli interessanti se volete approfondire l’argomento “collare o pettorina” oltre a quelli che potete trovare nella a destra in “link sui cani”:http://www.canilerifugiopaquito.org/CollarePettorina.html http://www.aspassoconbreeze.com/collareopettorina.pdf   http://www.dogzone.it/DogZone/News_Eventi/Voci/2009/12/28_Perche_preferire_la_Pettorina_al_Collare.html  http://video.corriere.it/collare-o-pettorina/ae15b480- http://www.robertofranceschetti.it/?p=92 http://www.tuttozampe.com/pettorina-cani/7718/ http://www.smartdog.it/articolo-la-pettorina.htm http://ditemifido.com/?p=215 

________________

N.B. E’ importante che la pettorina vada regolata correttamente sul cane.Non devono passare più di 1-2 dita tra la pettorina e il corpo del cane e non deve rimanere subito dietro le zampe,come nel caso della scapolare. Una piccola prova: agganciate il guinzaglio e provate a tirarlo insistentemente in tutti i lati(specialmente in avanti). Se in qualche modo riuscite a sfilarla dal cane significa che non è regolata bene,oppure è di matteriale troppo morbido ed elastico. Le pettorine consigliate non dovrebbero sfilarsi, accade pià di frequente con il modello scorretto. Nel caso della svedese assicuratevi che il modello acquistato abbia tutti e 5 i punti di regolazione in modo da poterlo adattare alla perfezione(è importante regolare la fetuccia che passa sotto al torace). Ho aggiunto questo avviso notando spesso la regolazione scorretta delle pettorina,in particolare quelle svedesi: alcune sono tenute tanto larghe che quando il guinzaglio si tende,risultano molto simili alle scapolari. Non temete di infastidire il cane: gli da più fastidio una pettorina che sfrega e si muove in continuazione. Due dita sono anche eccessive.

Advertisements
 
10 commenti

Pubblicato da su maggio 15, 2011 in Educazione

 

Tag: , , , , ,

10 risposte a “I vantaggi della pettorina.

  1. gomma

    settembre 15, 2011 at 10:58 am

    Le pettorine vengono usate da quelle persone che non sono in grado di gestire il cane…Della serie il mio cane tira, meglio il collare a strozzo o la pettorina? Ovvio, la pettorina e poi un bel corso di educazione di base.
    “Anche quando il guinzaglio è teso il cane riesce a comunicare bene con i suoi simili ” Che catronata, evitate di che il vostro cane stia troppo vicino ad un altro cane quando è al guinzaglio!

     
    • uominiecani

      settembre 15, 2011 at 7:32 pm

      Io scelgo la pettorina perchè credo sia lo strumento migliore…dal punto di vista fisico non fa danni,anche se il cane riceve uno strattone involontario…e nemmeno dal punto di vista psicologico. Spiegami meglio…perchè pensi che la usi chi non sa gestire il suo cane? Che c’è di male ad usarla?
      Detto ciò…se uno al problema del cane che tira,la pettorina non risolve. Può aiutare molto,ma nessuno strumento può sostituire il lavoro fatto con il cane….
      Per il guinzaglio teso…In effetti ora che rileggo,dovrei cambiare un pò la frase. So anche io che per due cani l’ideale è che si incontrino da liberi. Per la pettorina intendevo che rispetto a collare e strozzo,il cane comunica più liberamente(anche se è sempre meglio libero)..il guinzaglio va tenuto morbido,che non intralci,ma nel malaugurato caso che si tirasse per qualche motivo non si fanno molti danni. Saprai che se mentre il cane sta al guinzaglio e incontra un altro cane,ha il collare e lo tiri con il guinzaglio….assume una posizione minacciosa nei confronti dell’altro (testa alta,etc) e da qui possono nascere fraintendimenti….con la pettorina è già molto meglio…
      Anche io sarei a favore di fare incontrare i cani liberi. Il problema è che non sempre è possibile. Molti non possono neanche liberarlo il cane o raramente (si è in città..mancano le aree apposite etc…) ..e allora che si fa? Non gli si fa incontrare nessun cane solo perchè è al guinzaglio?Io dico che si può…però…dipende anche da come lo si fa. Con guinzaglio lungo tenuto morbido (che tocca a terra magari) e pettorina i due cani riescono già a comunicare abbastanza bene,ancora meglio se fossero liberi…ma si fa quello che si può.
      Spero di essermi spiegata…:) Se hai altro da dire…sono qui…

       
  2. giusy

    novembre 10, 2011 at 1:16 pm

    vorrei fare una precisazione, la pettorina è definita “imbragatura” dai Masher infatti è nata per i cani da slitta che devono usare la loro muscolatura per poter spostare grandi masse con il minimo sforzo muscolare e scheletrico che oltretutto non sono quelle comunemente vendute in commercio, anche se questo non è che non provochi nessun danno alla spina dorsale. vorrei vedere voi sottoposti costantemente a una pressione costante sull’apparato scapolare, sulla trachea e l’esofago e vedere se alla lunga anche voi non rischiate di soffrire di problemi di respirazione o in casi più gravi anche dello schiacciamento dei polmoni, tanto peggio quando la pettorina è messa su un cucciolo fuoriuscita della spalla allargamento divaricamento anomalo delle zampe anteriori e accrescimento anomalo del torace. ogni strumento se usato in maniera improprio può creare danni così come una cattiva informazione. avete mai visto un cane poliziotto o un cane antidroga con la pettorina? bisogna riflettere bene su chi utilizza questo strumento e poi è anche una questione di logica un’imbragatura che sfrutta l’apparato muscolare più forte del cane ossia le spalle non può di certo insegnargli a stare agli ordini. avrei anche da dire sul discorso di fare incontrare i cani, se proprio volete che s’incontrino evitate i guinzagli perchè intrecciandosi quando i cani si annusano possono farsi male, oltretutto sentendosi tirare e trattenere da due direzioni diverse i cani automaticamente scattano rischiando di mordersi e infliggersi terribili ferite. inoltre bisogna sempre essere molto prudenti quando si lasciano più cani assieme(evitare di lasciare dei maschi assieme per esempio è una buona accortezza perchè tra loro c’è sempre, o prima o dopo desiderio di prevaricazione soprattutto se parliamo di esemplari della stessa età e massa) oltretutto bisogna ricordarsi che gli animai fanno branco e se prendono di mira un esemplare debole anche il cane più buono del mondo si può lasciare trascinare dagli altri. il collare resta, con una buona dose di disciplina l’unico mezzo per poter portare a passeggio i nostri amici cani senza farci trascinare a destra e a manca come fossimo degli aquiloni. non tutti i cani sono nati per “trainare” non dimentichiamocelo. così come in un branco potranno esserci sì molte femmine ma mai maschi della stessa età e forza fisica perchè, uno solo può essere il leader gli altri sono visti e considerati come dei rilavi da sconfiggere. dobbiamo imparare a rispettare il cane per quello che è e non umanizzarlo,

     
    • uominiecani

      gennaio 8, 2012 at 1:31 pm

      Ciao giusy,abbiamo divagato un pò troppo,quindi direi di ricominciare e parlare solo dell’argomento dell’articolo.Cercherò di spiegrami meglio.
      Intanto le pettorine del modello giusto non fanno i danni da te elencati.Se poi il cane tira molto forte e in continuazione,alla lunga anche la pettorina forse può fare qualche danno(non conosco per ora qualcuno a cui sia successo),ma rimane comunque lo strumento migliore per salvaguardare la salute del cane.
      Ci sono modi e modi di utilizzare il guinzaglio.Hai detto “un’imbragatura che sfrutta l’apparato muscolare più forte del cane ossia le spalle non può di certo insegnargli a stare agli ordini.”. Secondo me invece il guinzaglio non andrebbe utilizzato per insegnare o comunicare(qui per comunicazione non intendo il discorso delle emozioni,del cane che sente quello che prova il padrone tramite il guinzaglio e ne è influenzato),così come la pettorina o il collare. Non sto dicendo che non si PUò usare in questo modo,ma che secondo me è meglio non farlo. L’unico insegnamento,è tramite il contrasto tra guinzaglio teso e morbido(tecnica del guinzaglio lasco),quando si deve insegnare al cane a non tirare. Per il resto,è meglio tenere morbido il guinzaglio (la pettorina aiuta anche perchè attraverso di essa,se per caso si tendesse il guinzaglio,non si provoca nessun fastidio al cane ne si trasmette nulla) e comunicare al cane attraverso voce e gestualità,come se esso(il guinzaglio) non ci fosse,senza mai tirarlo.Educando il cane in questo modo non c’è nessun bisogno del collare come lo utilizzi tu

       
    • Andrea Milani

      settembre 5, 2013 at 8:57 pm

      Scusate tanto se mi intrometto dopo tutto questo tempo:
      Credo che Giusy di comunicazione e socializzazione del cane ne sappia ben poco oppure manca qualche passaggio a questo post, in tal caso mi scuso.
      Non me ne volete, non ho assolutamente voglia e tempo di criticare chi!
      Ho usato, sbagliando ad affidarmi ad addestratori sbagliati, per più di due anni lo strangolo frequentando campi di U.D. Ho deciso di cambiare completamente filosofia con il mio Zar, Labrador di 40kg nero. Adesso uso la pettorina K9. Con questo non è cambiato niente rispetto allo strangolo, di sicuro non infliggo nessun dolore al cane.
      La pettorina che dice Giusy, forse allude a quelle imbracature da Utilità e Difesa, quando sono utilizzate per i morsi sulla manica ed altro, ma vengono usate solo al momento.
      Cani per unità cinofile, soccorso e che altro hanno sicuramente un ADDESTRAMENTO e non una EDUCAZIONE, si parla di due cose molto diverse.
      Io non sono ne educatore ne altro, ma solo una persona che dopo anni di obbedienza in campi di addestramento di cui sopra menzionato, a cui il proprio cane esegue come un soldatino molte richieste che gli faccio, vi dico con forza che se tornassi indietro, il miglio modo di insegnare al cane è amore e rispetto. Quando tra il binomio c’è empatia, si risolve molti problemi.
      Per quanto riguarda la comunicazione tra cani, molte volte si risolvono problemi che nemmeno ci possiamo immaginare, partecipando a Classi si Comunicazione ( Alexa Capra è il Guru in Italia)
      Comunque vorrei esortarvi a leggere e documentarvi su persone, che per me sono pilastri della cinofilia Italiana, Alexa Capra, Angelo Vaira e molti altri che non stò ad elencare, Tourid Rougas per i Calming Signal.

      Grazie e saluti a tutti Andrea

       
  3. giusy

    aprile 5, 2012 at 7:18 am

    complimenti tagliare l’intera conversazione e poi estrapolare da tutti i nostri messaggi solo quello che ti pare per poter scrivere un unico messaggio di risposta è proprio degno di una persona che si definiva “disposta al dialogo”. ti sei dimostrata per quello che sei ti faccio i miei più vivi complimenti in questo modo di certo il tuo articolo non può subire critiche nè commenti negativi perchè in effetti basta cancellarli giusto? comunque la tecnica del guinzaglio lento era quella di cui ti avevo parlato quando si spiegava il lavoro del collare e guarda caso è finita sul tuo commento. hai ragione ancora non si è sentito sui danni della pettorina vorrei anche vedere è uscita da meno di 5 anni i collari è una vita che vengono usati ormai sono passati di moda ma tanto quando si usa qualcosa in modo imporprio si finisce sempre per far danni e la pettorina che tanto acclami viene usata in modo del tutto scorretto come se da sola fosse una bacchetta magica come se semplicemente mettendola il cane smettesse di tirare come al solito non è lo strumento ad essere sbagliato (e mi riferisco anche alle altre tipologie di collare, normali e a scorrimento ben inteso) ma l’uso che ne viene fatto ma tanto basta che visivamente noi ci sentiamo bene, che siamo a posto con la nostra coscienza poi del bene del cane ce ne freghiamo. “voglio che il mio cane socializzi” poi se tra maschi si sbranano che importa “sono cani può capitare”; “voglio che il mio cane sia libero” e allora metto la pettorina, non gli insegno a camminare a fianco senza tirare, a fare una passeggiata normale in tranquillità per godercela in due no gli metto anche un bel guinzaglione così finito quello chissà cosa potrò usare per mandarlo più lontano da me!! “meglio la pettorina al collare” certo ma poi che importa se si vedono i cani che tirano su quella pettorina e li senti ansimare come se avessero fatto una corsa di km l’importante è che abbia la pettorina e così siamo tutti contenti tranne ovviamente i poveri cani ma fortunatamente per te loro non possono parlare!! ma tanto non è che mi aspettassi molto da te anche se inizialmente mi sembrava che volessi dialogare ma come spesso mi capita con il genere umano, mi sbagliavo!!

     
    • uominiecani

      aprile 5, 2012 at 2:09 pm

      Senti…Riconosco di aver sbagliato,ma ormai i messaggi non posso più recuperarli.E’ la prima volta che gestisco un blog e già faccio casini……
      Credimi,pensavo davvero potesse essere la cosa migliore,perchè ho individuato i punti su cui non ci siamo capiti e volevo iniziare di nuovo a discutere da quelli.Non l’ho fatto tanto per eliminare ogni critica perchè fino ad un certo punto abbiamo dialogato pacificamente e non ho nulla in contrario ad ascoltare altri pareri e opinioni. Solo che poi hai iniziato a dirmi che non so nulla di cani,che non ne ho mai visto uno e tutto il resto delle supposizioni,in toni non più pacifici(per come possa percepirli io attraverso la scrittura) e non più adatti al dialogo. E oltretutto vedevo che non ci eravamo capiti su molte cose.
      Ora,se vuoi possiamo provare nuovamente,ma ti prego di darti una calmata e usare un tono tranquillo,perchè non voglio delle liti sul mio blog…
      Sei d’accordo se lasciamo da parte tutta questa faccenda? Hai ancora voglia di discutere?
      Allora,ci riprovo.
      Quello che tu chiami “guinzaglio lento” non ricordo di averlo letto nei tuoi messaggi,può darsi mi sia sfuggito. Io conosco la tecnica del guinzaglio lasco,probabilmente allora parliamo della stessa cosa,ma ti ripeto non l’ho presa dai tuoi messaggi,è da parecchio che la conosco e ci ho anche letto un libro a riguardo.Allora,spiegami un pò cosa intendi tu con quella tecnica.
      In realtà,il primo brevetto per pettorina risale al 1927. http://www.freepatentsonline.com/1614083.html E si tratta di una pettorina ad H. Mentre per l’altro tipo di pettorina c’è un altro brevetto del 1935 http://www.freepatentsonline.com/2026383.html . Quindi,non si può dire che siano invenzioni recenti e che non siano mai state utilizzate fino a 5 anni fa….
      Poi,in Italia è vero che ultimamente ne è cresciuto molto l’utilizzo (e sto notando anche che aumentano le tipologie corrette a discapito di quelle scapolari,che si è visto che danneggiano i cani e che sono il motivo per cui ancora adesso molti le sconsigliano,perchè si riferiscono a quei modelli),ma credo che da altre parti siano utilizzate da ben più tempo. Non ne sono sicura perchè ho sempre vissuto qua!.
      Per curiosità,tu hai mai messo la pettorina ai tuoi cani? Se la risposta è no,potresti farlo…giusto per provare…
      Tu stessa mi hai parlato di cani da slitta ed ho notato che la pettorina ad H preme sugli stessi punti dell’imbrago da slitta. Come fai quindi a sostenere che provochi danni,per cani che tirano? Su un altro punto non siamo d’accordo,tu dici che ogni strumento ha un modo giusto ed uno sbagliato di essere utilizzato e nessuno è di per sè negativo ma dipende dall’uso.Io dico che dipende dallo strumento. Io nella pettorina,l’unico “uso negativo” che ci posso vedere(perchè poi non serve ad altro che ad attaccarci il guinzaglio) è il fatto di regolarla male sul cane. Ho notato che alcuni mettono quella ad H molto larga e magari se già la pettorina è fatta di per sè male(per esempio passa troppo vicino alle ascelle del cane) il risultato è molto simile ad una pettorina di quelle scorrette,nel momento in cui il guinzaglio si tende. Per il resto ovviamente non si deve comunque strattonare il cane(l’unica altra cosa che si può fare con una pettorina),anche se uno stesso strattone con il collare o con lo strangolo o con la pettorina,ha effetti diversi.
      Ho già detto che sono d’accordo con te sul fatto che il cane si deve educare ad andare bene al guinzaglio senza tirare e che non è lo strumento che risolve,ma può solo aiutare.Dico ”può” perchè dipende da cane a cane e dal motivo per cui tira.. Capita spesso che un cane mettendo la pettorina si rilassi e tiri di meno da subito,ma non è matematico,può anche non succedere così. Cosa ci si guadagna allora? Che almeno il cane non si farà male(o si farà meno male,se è vero quello che dici,cioè che in qualche modo anche la pettorina del modello giusto, regolata bene, possa far danno alla lunga…ma si spera che il proprietario provveda a risolvere il problema del tirare) rispetto ad un collare semplice o uno strozzo,semi-strozzo o con le punte. Ciò non significa che quindi si lascia che il cane tiri e non si risolve il problema,significa solo che nel frattempo in cui si educa il cane a non tirare,almeno non si fa male.
      Scrivi ““meglio la pettorina al collare” certo ma poi che importa se si vedono i cani che tirano su quella pettorina e li senti ansimare come se avessero fatto una corsa di km l’importante è che abbia la pettorina ” Ho visto cani tirare con la pettorina allo stesso modo in cui ho visto cani tirare con il collare,anche strozzo. La differenza è che con il collare e con lo strozzo ansimavano rumorosamente e tossivano,con la pettorina molto meno,se non niente…Ma te l’ho già detto,lo credo bene anche io che si debba insegnare al cane a non tirare,non è che se indossa una pettorina allora può farlo tranquillamente e va tutto bene e non ci si impegna più per insegnargli diversamente.
      Per finire lo so bene che i collari vengono usati da una vita,io non mi prendo la pettorina per moda,ma perchè credo sia meglio per il mio cane. Poi non è che chi crede sia meglio la pettorina rispetto al collare pensi che quest’ultimo faccia solo danni. E’ stato sempre utilizzato e se fosse così,come si sarebbe fatto fin’ora? Non nego sia possibile edcuare il cane a non tirare facendogli indossare un collare e portarlo a spasso così, ma preferisco altri metodi come la tecnica del guinzalgio lasco associata alla pettorina.
      Un’appunto per quanto riguarda l’incontro dei cani al guinzaglio. tu utilizzando il collare e il guinzaglio corto, fai bene a stare molto attenta ad evitare le liti,proprio per via della presenza del guinzaglio. Però conosci solo il tuo strumento.Nei miei discorsi io mi riferivo alla pettorina e al guinzaglio lungo,per far incontrare due cani senza che il fatto che non siano liberi interferisca troppo. Un minimo interferisce ,è ovvio. Però è una cosa diversa da quella che sperimenti tu. Chiaro che poi,se io ho la pettorina e il guinzaglio lungo ma l’altro padrone trattiene il suo cane tirandolo iniedtro epr il collo,i miei accorgimenti servono a poco.Valuto anche io con chi fare incontrare il mio cane.Ti posso fare un esempio: ero con il cane al guinzaglio su un sentiero, abbastanza vicino alla strada da non poterlo liberare. Incontriamo un altro cane libero(c’era anche il suo padrone),e non potevamo nemmeno evitarlo,se non facendo dietrofront. Ho messo il guiznaglio sui 3 metri e ho lasciato che socializzassero per un pò ,tenendo il guinzaglio allentato,ovvero mollato per terra con io che tenevo il manico(quello di tre metri permette di farlo,ma anche con 1,5 e 2 metri si riesce ad allentarlo abbastanza) ad una certa distanza. In quel caso non ha interferito e non ha condizionato molto la socializzazione,nei limiti in cui si può far socializzare due cani in quelle condizioni.

      Ciao,
      aspetto una tua risposta 🙂

       
  4. giusy

    aprile 7, 2012 at 11:43 pm

    prima di fondare un blog bisognerebbe saperlo gestire però può capitare di sbagliare anche se mi fa strano che tutti i messaggi spariscono però per carità. come ti avevo detto io la pettorina la uso per portare il mio siberian husky in bicicletta proprio perchè come sai l'”imbragatura” è nata con il cane da slitta, il fattore dei 5 anni che intendevo e lì forse mi sono espressa male io è che la società ha iniziato a farne un commercio a partire da questo lasso di tempo. le pettorine sono moda mi spiace dirtelo e come tutti gli strumenti sono usati in modo improprio ribadisco. ogni strumento dev’essere usato per ciò che è nato. seconda cosa visto che mi parli tanto del guinzaglione lungo e della socializzazzione e ti piace mettere link allora diffondi questa informazione che è l’unica attendibile dal 1985 i guinzagli più lunghi di 1 m e 20 per LEGGE sono vietati. e questa è una legge non un articolo scritto da qualcuno e puoi tranquillamente vederlo sul sito della Polizia di Stato quindi atteniamoci ai fatti visto che tanto come idee divergiamo completamente e non riusciamo a discutere visto che io ti parlo di fatti e tu di sentito dire. non tolgo nulla a ciò che tu scrivi ma io al contrario tuo ho assistito più volte a quella socializzazzione che tu tanto acclami e sfortunatamente non è finita bene quindi ribadisco: evitare le situazioni di pericolo (incontri con cani sconosciuti è una di queste) sinceramente sulla situazione che mi hai descritto il mio consiglio era proprio di tornare indietro oppure riprendere il tuo cane metterlo dalla parte opposta del cane che arrivava così da fare tu da protezione al tuo cane per evitare rischi e di tirare dritto senza fermarti perchè se anzichè un’annusatina i due cani visto che mi ricordo il tuo cane è un maschio si fossero morsi il tuo guinzaglione avrebbe finito per farli legare totalmente così da rendere impossibile la separazione. mi spiace che tu voglia mettere il tuo cane in situazioni di rischio perchè troppe volte non si valutano le conseguenze delle azioni commesse cosa avresti fatto se si attaccavano? se il guinzaglio li avesse legati chi ci avrebbe messo le mani per dividerli sempre che ci riuscivate visto il guinzaglio che li stringeva insieme? mai rischiare, mai per il bene dei cani. comunque mi spiace ma io continuo ad asserire esattamente ciò che dicevo. saper usare gli strumenti non perchè ci fanno comodo ma perchè li conosciamo e sappiamo come usarli poi puoi mettergli quello che vuoi il cane sarà felice lo stesso perchè se userai correttamente lo strumento NESSUNO gli provocherà dolore (tranne i collari elettrici o con le punte, quelli sono strumenti di tortura e infatti illegali!) e con questo ti saluto. e auguro a te e al tuo cane di non trovarvi mai in situazione di dover dire se solo fossi stata più attenta, se solo non avessi rischiato facendoli avvicinare!! Buona fortuna e con questo commento chiudiamo la discussione tanto ciò che c’era da dire è stato detto, io ti parlo di esperienze e di “vere” conoscenze tecniche visto che lavoro sul campo tu di articoli e di affermazioni di altre persone. perciò restiamo ognuna con le proprie convinsioni!! una carezza al tuo cane

     
    • uominiecani

      aprile 8, 2012 at 12:11 pm

      Per quanto riguarda l’incontro con l’altro cane,ti sei basata su quello che ho scritto e lo capisco,ma non è proprio così come dici,forse dovevo aggiungere altri particolari.Nel caso in cui i cani si girino intorno ,si mettano a rincorrersi o per qualche motivo a litigarsi,sono pronta a mollare il guinzaglio per evitare che li intralci e si avvolga intorno ad essi(per poi riprenderlo non appena mi è possibile. Mi è già capitato qualche volta,ho fatto così e non è successo quello che dici.),e come ti ho già detto è già praticamente a terra,quindi intralcia poco. Dicendoti che valuto con chi far incontrare il mio cane,intendevo che guardo l’altro cane e se è troppo agitato,teso,abbaia o assume una posizione non amichevole,non lo faccio incontrare(e anche da come lo tiene il padrone etc etc).Inoltre,ricordavo di aver già visto quel cane e che si era incontrato con il mio,anche se da liberi.In un’altra occasione,invece avevo fatto quello che dici tu(e anche di corsa!!),proprio perchè l’altro cane non era il caso di farlo incontrare con il mio,non solo perchè si vedeva che non era prorpio amichevole,ma perchè non c’era il padrone(e se uno ha un cane aggressivo,che ha già morso altri cani,di solito ci sta attento e non lo fa incontrare con gli altri…poi esistono pure gli imbecilli.Prima di far incontrare i cani anche l’altro padrone deve essere d’accordo.)e in quel caso sapevo già che era aggressivo.
      So perfettamente che la legge vieta i guinzagli più lunghi di un tot,ma secondo l’ultima ordinanza non è 1,20 metri ma 1,50 metri. http://www.cinofilataranto.fan-club.it/ordinanza_martini_commentata_p895124.html . Infatti il guinzalgio che consiglio io si può tranquillamente tenere sulla lunghezza di 1,50 metri in città,in luoghi pubblici o affollati. Ma quando le circostanze lo permettono lo si può mettere sui 3 metri.Secondo me la legge è giusta solo per certi luoghi e sopratutto per combattere l’uso del flexi,che quello si che è pericoloso.Ma quando posso è sui tre metri.Non ricordo se ho parlato della legge nei miei articoli,semai aggiungo una nota,forse è meglio.
      Mi hai già ripetuto più volte che uno strumento va usato correttamente etc etc e io ti ho già detto più volte che a me non piace e secondo me si può tranquillamente evitare anche l’uso corretto dello strozzo(se già tutti lo usassero decentemente,e non impiccando il cane e strattonando perchè tira,sarebbe già meglio).Su questo punto non credo che possiamo trovare un accordo.Se iriuscissi a capire qual’è questo uso scorretto della pettorina,ti potrei comunque ribattere che anche lo struzzo è usato dalla maggior parte scorrettamente.allora perchè non dici che anche quello non va utilizzato,come dici per la pettorina? Se anche la pettorina derivasse da quella da traino,continuo a non capire cosa ci sia di male ad usarla oggi come strumento per portare a spasso il cane.Si può anche tenere in considerazione l’uso originale di un oggetto,ma non per questo deve limitarne ed escluderne nuovi possibili utilizzi. Non conosco molto sull’origine dello strozzo,mi sembra che si sia diffuso nell’800,ma non credo che inizialmente servisse per portare a spasso il cane già educato che va perfettamente al piede. Per finire,è vero,mi baso anche su altri articoli e altre opinioni,ma queste opinioni derivano per gran parte da educatori cinofili con molta esperienza alle spalle,non sono comunque cose campate per aria. Io con la mia esperienza,seppur ridotta e magari minore della tua,ho visto che non dicevano cavolate.Non credo quindi tu debba ricalcare ancora molto il fatto che hai più esperienza di me,non significa necessariamente che tu abbia ragione,ma se dai così grande importanza a quel punto,è meglio che discuti con chi usa la pettorina da tempo e ci lavora con i cani e le persone.
      Mi fa piacere aver ricevuto una tua risposta,e fai una carezza anche ai tuoi cani 😀
      Anche se…inizio a pensare anche io che non troveremo mai un accordo!! Se hai ancora qualcosa da controbattere o da dire,mi trovi qui.
      Ciao e buona pasqua !

       

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: