RSS

Avere un cane? Non è solo bello,ma anche “salutare”

09 Gen

Passeggiata con cani: Effetti su pressione sanguigna, colesterolo, peso e forma fisica
Buone nuove per gli amanti degli animali e soprattutto per chi già possiede un cane: portare a passeggio il vostro amico a quattro zampe, infatti, sembra possa essere d’aiuto a ritrovare la forma fisica, mantenere il peso ottimale e persino a scongiurare il rischio di ipertensione e colesterolo alto.

«I proprietari dei cani che non portano a passeggio il loro amico perdono una grande occasione per rimanere in buona salute e fare attività fisica» ha dichiarato la ricercatrice Cindy Lentino scienziata della George Washington University School of Public Health and Health Services.
«Se portate a passeggio il vostro cane per soli trenta minuti al giorno, sarete in grado di soddisfare tutti i criteri di una buona attività fisica», sottolinea la ricercatrice sulle pagine di WebMD.

Il cane, quindi, non è solo il fedele amico dell’uomo ma, se si vive insieme a lui in modo adeguato, può divenire anche un valido alleato della nostra salute. E il lato positivo è che a guadagnarci non sarete solo voi, ma anche lui, che potrà sgranchire un po’ le zampe (soprattutto se è un cane “di città”) e passare più tempo insieme al proprio padrone; meta generalmente molto ambita dagli animali visto la vita frenetica che ogni giorno i padroni conducono.
Chi ancora non ha un animale, poi, non avrebbe nessuna difficoltà nel trovare il compagno giusto vista la grande mole di cani presenti nei rifugi in cerca di asilo.

Lo studio è stato presentato a Baltimora presso il meeting annuale dell’American College of Sports Medicine (ACSM) . L’idea sembra essere nata proprio dalla stessa Lentino durante la sua tesi di laurea. Per questa, infatti, si era recata precedentemente a una riunione dell’ACSM in cui veniva esposta proprio un’evidente relazione tra attività fisica e l’essere proprietari di animali da compagnia.
«Ho voluto andare oltre per comprendere le differenze di salute che esistono tra le persone che portano a passeggio i cani e quelle che non li portano a passeggio e quelli ancora che non possiedono cani», continua Lentino.
Durante lo studio sono stati coinvolte 916 persone sane, quasi tutte di sesso femminile con un’età media di 40 anni. Di queste, 380 non posseggono un cane, 399 sono invece proprietari di cani che portano con una certa frequenza a passeggio; gli ultimi 137 sono anch’essi proprietari di cani ma, ahimè, non hanno l’abitudine di portarli a spasso.
I partecipanti allo studio sono stati invitati a compilare un questionario contenente oltre 35 domande dettagliate sulla propria attività fisica e sulla salute mentale. Le risposte sono state successivamente confrontate con gli obiettivi fissati dalla Healthy People 2010.

Dallo studio è emerso che i proprietari dei cani che non avevano l’abitudine di portare i loro amici a quattro zampe a passeggio avevano il 58% di probabilità in più di essere in sovrappeso o sottopeso e avevano minor probabilità di riuscire a seguire le linee guida indicate dall’ACSM e dell’AHA (American Heart Association), che richiedono esercizio fisico per almeno mezz’ora al giorno, cinque giorni alla settimana. Inoltre stavano seduti mediamente 30 minuti al giorni in più ed erano maggiormente a rischio ipertensione.
Se , invece, si rapportava il proprietario “diligente” (quello che quotidianamente porta a passeggio il cane) con quello che proprio non possedeva animali si notava che i primi erano meno propensi a fumare, avevano il 15% di probabilità in meno di soffrire di ipertensione e il 30% di avere il colesterolo alto. Anche il rischio di diabete era ridotto di un terzo. Ma non solo: sembra che il nostro fedele compagno aiuti a combattere anche la depressione: durante lo studio è stato registrato un rischio del 35% in meno rispetto a chi non possedeva cani.
Anche Barry Franklin, il portavoce di AHA e direttore di cardiologia preventiva presso il William Beaumont Hospital in Royal Oak, Mich, dichiara a WebMD che recenti studi dimostrano come i pazienti malati di cuore che possiedono un cane hanno generalmente una prognosi migliore.
«Il cane può essere uno stimolo per il condizionamento fisico» adatto quindi sia per le persone malate che quelle sane.
Lo studio non ha ancora avuto il benestare per la pubblicazione in una rivista medica. I risultati devono essere ancora ufficialmente confermati.

Fonte: LASTAMPA.it

_________ __________________ _ _ ______________________

Dottoressa Katherine Hoerster: “Rispetto ad altre modalità di promozione dell’attività fisica in cui la persona non intravede alcun obiettivo e prima o poi abbandona il programma consigliato, l’avere un cane ha il vantaggio di fornire una motivazione precisa e inderogabile, da mantenere necessariamente a tempo indeterminato”.

Il cane è un ottimo compagno quando si vuole fare due passi.Ci seguirà felice! Pensando ad altri vantaggi derivanti dal possedere un cane, dal punto di vista sociale,potremo andare dove vogliamo in sua compagnia senza dover rendere conto agli altri(sempre che ce ne importi qualcosa) di quello che facciamo.Ci sono molte persone che escono poco,o perchè pigre o perchè non hanno nessuno con cui fare una passeggiata.. Un cane spesso(a meno che non abbia particolari problemi di comportamento) può anche migliorare la vita sociale di queste persone,dando un motivo,un’occasione per fare nuove conoscenze..

Advertisements
 
Lascia un commento

Pubblicato da su gennaio 9, 2012 in Il cane

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: