Sport e Attività cinofile


Disc Dog

  

Agility

Splash Dog

Mobility

Mondioring

Buon Cittadino a Quattro Zampe

Dog Dance

Annunci

Vedere il mondo..attraverso gli occhi di un cane


Sei sicuro che il mondo sia così come lo vedi? L’uomo in realtà è solo una delle tantissime creature che popolano il pianeta.I cani ad esempio vedono la realtà in modo un pò diverso da noi, e così molti altri animali. Si può dire che la realtà sia sempre la stessa, ma viene in qualche modo filtrata attraverso gli occhi di ognuno. Se si pensa ai disturbi della vista, persino tra gli stessi uomini ci sono differenze. Sapere in che modo vedono i cani è utile per comprenderli meglio e accettare la loro diversità.

Allora come vedono? Di certo non vedono in bianco e nero, come vorrebbe una diffusa leggenda metropolitana..Le differenze sono più di una, vediamole tutte.

  • Campo visivo. Campo Visivo Cane Uomo defIl cane ha un campo visivo maggiore rispetto all’uomo. Chiaramente tutto ciò dipende anche dalla razza: il levriero può raggiungere addirittura i 270°, a causa della posizione laterale degli occhi. Ma se si pensa che esistono cani con il muso schiacciato come il Carlino e il Boxer, questo aspetto varia davvero molto. Tralasciando le differenze dovute a situazioni estreme, il cane medio arriva a 250° (contro i nostri miseri 180°). Mentre noi ruotiamo spesso la testa per guardare intorno a noi, il cane usa maggiormente la visione laterale: non preoccuparti se non si gira spesso a guardarti dritto in volto, a lui basta un piccolo movimento per tenerti d’occhio! In questo articolo, parlo di altri motivi per cui i cani (soprattutto quelli sconosciuti) spesso evitano il nostro sguardo diretto.
  • Nel “Coursing” viene fatto muovere un fazzoletto in un grande prato verde (trainato da un macchinario apposito). Al via il cane è liberato: dopo aver individuato senza alcun problema il fazzoletto in movimento, lo insegue correndo a grandi velocità (spesso si tratta di levrieri, e di più cani assieme).

    Vicinanza e lontananza.  I cani, essendo predatori, hanno sviluppato caratteristiche particolari nel corso della loro evoluzione.Prima di tutto vedono molto male da vicino: un oggetto, per essere messo a fuoco, deve essere più distante di 50 cm. Se provi a mettere a fuoco un oggetto vicino, noterai che riesci senza sforzo ad arrivare anche a 15cm, se non meno. Ma d’altra parte, hanno sviluppato una vista migliore sulle lunghe distanze. Durante un esperimento un cane riusciva a vedere il suo padrone a ben 2 km di distanza, ma con un piccolo aiuto. Infatti i nostri “predatori domestici” vedono molto meglio tutto ciò che è in movimento, mentre ignorano gli oggetti statici (si può parlare di “miopia” in un certo senso: ad un cane poco importa mettere bene a fuoco un bel paesaggio). Lo stesso cane dell’esperimento non riusciva a vedere il padrone a 300 metri di distanza, se questo restava immobile.Se invece si muoveva, le cose cambiavano sensibilmente. Quindi.. quando devi richiamare il tuo cane, sarai molto più interessante se ti muovi un poco 😀

  • Visione notturna. Un altro vantaggio dell’essere cani è vedere molto bene di notte. La luce, anche se molto debole,  viene amplificata grazie alla grandezza maggiore di cornea e pupilla (rispetto all’uomo). Lo stesso avviene per i gatti, che hanno una visione nottturna ancora migliore (motivo per cui di notte si nota il classico effetto degli occhi felini (o canini) che riflettono la luce che si punta verso di essi). Al contrario l’uomo, nel corso della sua evoluzione, ha sviluppato una migliore visione diurna, arrivando a percepire la realtà in modo decisamente più colorato e dettagliato.

    Il mondo “umano” è decisamente più colorato…
  • Colori. Ecco l’argomento su cui c’è più confusione.L’uomo vede tutta la gamma dei colori (a partire da blu, giallo, verde, rosso), mentre la vista canina è dicromatica. Questo significa che i cani vedono bene solo il giallo e il blu, come mostrato in figura, mentre sono incapaci di distinguere le tonalità che vanno dal verde al rosso(alcuni paragonano questo tipo di visione al daltonismo).Se, ad esempio, lanci una pallina gialla su un prato verde, al tuo cane può risultare molto difficile distinguerla.
    Allora come fa a recuperarla con sicurezza?

In realtà la vista non è il senso più importante per i cani. Anzi è decisamente superata dall’ olfatto. Se si considera anche l’udito, si nota come la percezione della realtà sia molto più complessa. Nel caso della pallina, il cane la individua prima di tutto perchè è in movimento (nel momento in cui viene lanciata). Se la pallina cade troppo distante ed è circondata dall’erba, il cane difficilmente riuscirà a trovarla affidandosi alla vista. Qui entra in gioco l’olfatto: la pallina ha trattenuto l’odore del padrone, pertanto non è particolarmente difficile distinguerla dal resto del terreno.

Riassumendo i cani hanno: un campo visivo più ampio; una migliore visione notturna; una grande sensibilità al movimento (anche a grandissime distanze); una scarsa percezione dei dettagli (soprattutto da molto vicino); una gamma di colori limitata al giallo e al blu (e sfumature varie); un’olfatto sviluppato, ben più importante ed utilizzato rispetto al senso della vista.

Se l’articolo ti è piaciuto, hai aneddoti da raccontare, informazioni da aggiungere o domande da fare, commenta pure qui sotto!

P.S. Sull’olfatto, se desideri avere maggiori informazioni, ecco un libro che potrebbe interessarti... —> Clicca Qui

Altro che animali da compagnia…


I cani, si sa,  sono e sono stati utilizzati dall’uomo per i compiti più svariati. Inizialmente era questo l’unico obbiettivo dell’ allevamento di razza: selezionare i cani più abili in un determinato lavoro. Dalla caccia, l’ utilizzo più antico, ai cani per ciechi dei giorni nostri. E si continuano a scoprire nuovi modi di approfittare delle capacità del “migliore amico dell’uomo” . Un dubbio viene spontaneo: E’ giusto utilizzare gli animali per i propri fini ?alla base c’è  collaborazione o costrizione? ..e dal punto di vista dei cani?

Bloodhound, la razza più utilizzata nella ricerca per il suo fiuto formidabile.

Non esiste una sola risposta. Sarebbe sbagliato generalizzare, sia da un estremo che dall’altro. Infatti non si può pensare che tutto ciò che si trova su questa terra sia creato apposta per l’uso umano, ma allo stesso tempo sarebbe ingiusto e superficiale condannare a priori qualsiasi tipo di attività che coinvolgono animali, e questo animale in particolare. In realtà una stessa attività può essere stressante o entusiasmante, a seconda di come è percepita dal soggetto.Tutti i lavori o le attività (anche sportive) che svolgono i cani possono essere molto positivi, se fatti nel modo corretto : rinforzano il legame con il padrone/conduttore, sono un ottima attività fisica/mentale, accrescono l’autostima del cane e l’equilibrio, sono attività che il cane è contento di compiere e contribuiscono a mantenerlo attivo e in salute. Tutto questo è ottimo, perchè oltre ad essere di utilità all’uomo, il cane svolge volentieri il suo compito… Io credo che questo “modo corretto” dipenda da:

  • Tipo di insegnamento. L’obbiettivo da ricercare è la collaborazione: un rapporto di reciproco rispetto senza coercizione (da “coercere”, costringere) e imposizione sull’animale. Quindi l’insegnamento è graduale, con metodi che rendano l’attività piacevole e desiderabile dal cane. Questo vale soprattutto per gli sport (che sono solo un divertimento, se non ci si lascia prendere troppo dall’agonismo), ma anche per i lavori più seri (cani da ricerca, per ciechi, da salvataggio, anti-droga, di polizia e forze armate..) che richiedono però un livello di addestramento più alto ed una sempre pronta risposta da parte del cane.
  • Predisposizione all’attività da svolgere. Ad esempio un Beagle sarà più portato per la caccia o per le attività di fiuto, mentre un Husky preferirà correre davanti ad un slitta assieme ai compagni. Semplici esempi per spiegare come ogni singolo cane, anche un meticcio, abbia attitudini particolari: rispettandole è molto più semplice avere un cane felice di svolgere il suo compito/attività. In certi casi potrebbe essere addirittura autogratificante, cioè essere svolta dal cane senza bisogno di alcuna motivazione esterna (premi etc).

Il primo punto va sempre rispettato (anche se potrebbe richiedere una certa competenza) e unito al secondo può offrire davvero un ottimo modo per passare del tempo con il proprio cane, nel caso dello sport, o ottenere una migliore collaborazione cane-conduttore, nel caso del lavoro.

Fin’ora ho dato per scontato che si parlasse di attività realmente utili o almeno positive. Ma come al solito si passa da un estremo all’altro: dai cani addestrati a localizzare tumori tramite il fiuto a quelli utilizzati nei combattimenti.

Un caso curioso, di cui ho letto tempo fa in “La naturale superiorità del cane sull’uomo”, è quello del Turnspit Dog, tradotto… “girarrosto”. In uso in Inghilterra tra metà Cinquecento e metà Ottocento, era un piccolo cane tarchiato e dalle zampe corte che veniva fatto correre in una ruota. Ebbene si, proprio come i criceti. L’utilità? Far girare lentamente un pezzo di carne sul fuoco, in modo da cuocerlo senza bruciarlo. Ma ancor più curioso è il fatto che già nel Seicento esistevano metodi per azionare lo spiedo in modo meccanico, eppure molti hanno pensato bene di continuare con questa pratica. C’è da chiedersi allora cosa ne pensassero i cani, a correre a vuoto sentendo un profumo di carne espandersi tutto attorno!

..e voi, che ne pensate?  😉

Libri sui cani …cosa leggere?


Scrivo questa lista per aiutare chi ha deciso di informarsi meglio sui cani, perchè vuole adottarne uno o perchè vuole capire e gestire meglio il proprio. (clicca sulle foto per avere maggiori informazioni)

     ____________________ Per chi non ha mai letto nulla (anche se ha esperienza con i cani)___________

“Bastardo a chi?” di Roberto Marchesini”                              “Una scelta importante” di Simone dalla Valle

Questi sono due libri di base. Sono scritti apposta per chi vuole capire dove e quale cane adottare e soprattutto come educarlo. Molto utili anche a chi possiede già un cane ma vuole imparare a gestirlo e comprenderlo meglio. Potete scegliere quello che più vi ispira, sono entrambi buoni libri,il primo più discorsivo il secondo impostato in modo schematico e diretto, perchè pensato per ragazzi, nonostante la serietà dei contenuti.

_______________________

       “L’Intesa con il cane: I segnali calmanti” di Turid Rugaas

E’ un libro indispensabile a qualsiasi persona che abbia un cane o sia interessata al mondo cinoflio. E’ di facile lettura, adatto a tutti: tanto semplice quanto utile. Spiega una parte importante del linguaggio canino, ovvero i “segnali calmanti”. Dopo averlo letto iniziate a guardarvi intorno: vedrete i cani da un nuovo punto di vista e capirete molte più cose su quello che vogliono comunicare.

“Dizionario bilingue Italiano/Cane , Cane/Italiano”

E’ un libro nato dalla collaborazione di un etologo e un veterinario.Inizialmente ero un pò scettica sulla sua serietà e utilità, ma leggendolo mi ha colpito in positivo. E’ interessante, schematico e dai buoni contenuti, tratta i più svariati argomenti(comportamento,educazione,gestione,linguaggio etc) .Molto utile.

.

.

________________________________Per quanto riguarda giochi, esercizi, comandi__________________

“Come sviluppare l’intelligenza del cane” di Anders Hallgren

Il libro va dai semplici comandi ai giochi più svariati e divertenti. Spiega l’importanza dell’educazione mentale del cane, aspetto tanto importante per il suo equilibrio, quanto sottovalutato, speicalmente quando si decidono le attività da fare assieme al proprio amico. Ottima soluzione per le giornate di pioggia…

.

.

.

__________________Per problemi specifici di comportamento

In questo libro troverete uno dei metodi più efficaci e rispettosi per insegnare al cane a non tirare al guinzaglio. Rispettoso perchè non prevede alcun tipo di punizione,strattoni,collari a strozzo e simili strumenti, preferendo comunicare con il cane in modo gentile. Si chiama “tecnica del guinzaglio lasco”.

.

.

.

.

________________ Libri generici, di argomento vario_________

“La naturale superiorità del cane sull’uomo” di J. Bradshaw

Un libro interessantissimo, che offre spunti di riflessione anche ai più preparati in tema cinofilo. E’ uno dei più bei libri che abbia letto e per questo farò una recensione a parte. Aggiornato ai più recenti studi, tratta molti aspetti del comportamento canino, della sua educazione, modo di apprendere,di vedere il mondo, l’ evoluzione con l’uomo e la sua origine. Adatto a chi vuole ampliare le sue conoscenze in maniera significativa e comprendere meglio questo splendido animale, che è il cane.

.

“All’altro capo del guinzaglio” di Patricia McConnell

.                               “Come pensa il tuo cane” di Alexandra Horowitz

Questi due invece sono più adatti per chi non abbia mai letto nulla , ma ha uno o piu cani. Non si tratta esattamente di manuali, come potrebbero essere definiti i primi della lista.Si comprende la maniera migliore per educare il proprio cane non solo tramite consigli pratici,ma anche attraverso le esperienze delle autrici e le loro spiegazioni riguardo il modo di ragionare,comunicare e apprendere dei cani. Sono entrambi ottimi libri, che vale la pena di leggere e vi saranno molto utili.

.

_________________________________

Preferisco aggiungere libri che abbia letto, ma sono ben accetti consigli e commenti su altri libri a tema cinofilo.

______________________

Un consiglio

In libreria può risultare difficile trovare alcuni di questi libri.I libri di Turid Rugaas, poichè editi Haqihana, si trovano solo su internet. Io compro spesso online per tre motivi: E’ più conveniente (spesso ci sono sconti),arriva tutto a casa (la spedizione è gratuita superando poche decine di euro), si risparmia tempo (non si devono girare venti librerie). La libreria online su cui faccio affidamento è Il Giardino dei Libri. Ho comprato diverse volte da loro e mi sono trovata bene.. Potete trovarci quasi tutti i libri qui consigliati…e ovviamente ci sono libri di tutti i generi, non solo sui cani 🙂

I vantaggi dell’ e-commerce per i nostri animali


E’ sempre più diffuso il commercio online (e-commerce), in particolare i pet shop online. Il mercato è in espansione e presenta molti vantaggi rispetto al tradizionale negozio di animali. Intanto il prezzo è spesso più basso, nonostante ci sia in più la spedizione da pagare. Ma è sufficiente comprare più cose in un unica spedizione perchè questo piccolo sovrapprezzo si riduca notevolmente o sia addirittura gratuita,senza contare che si trovano spesso offerte e prodotti scontati e tutto arriva comodamente a casa. Oltre a questo si tratta di un mercato in continua evoluzione e aggiornamento: si possono trovare molti prodotti che difficilmente si vedono in un negozio tradizionale, se non dopo molto tempo dal loro lancio sul mercato,e solo se hanno davvero avuto un grande successo.
Framed Logo zooplusUn negozio di questi che mi sento di consigliare dal momento che ci ho comprato personalmente e mi sono trovata bene, è Zooplus.

  www.zooplus.it —>

Aggiungo una mia valutazione del negozio:

Qualità/prezzo: buona. Dipende dai prodotti, ma di solito è più conveniente rispetto al negozio tradizionale.

Offerte e sconti: ottimi. Dai 29 euro in su la spedizione è gratuita e sono spesso presenti buone offerte. Ogni tanto omaggi o buoni sconto, specialmente nelle festività.

Affidabilità e spedizione: Fino ad adesso ho ricevuto sempre i prodotti richiesti, in ottimo stato. Non sempre però sono arrivati nei tempi stabiliti (consiglio di ordinare nel weekend per ricevere il pacco in settimana) e ho avuto un problema con il corriere ultimamente(non riusciva a fare la strada tutta salita e curve fino a casa mia) . Buono comunque il servizio clienti!

___________________________________

Infine.. ecco alcuni dei prodotti utili che ho comprato su Zooplus:

Cintura di sicurezza: Ci sono diversi modi di trasportare il cane in auto,ad esempio nel bagagliaio con la rete o dentro al trasportino /kennel. Questa cintura invece è un invenzione più recente.Permette di legare il cane sul sedile posteriore dell’auto con un semplice moschettone che si collega alla pettorina(non si attacca al collare per ovvie ragioni…) e dall’altro lato all’attacco della cintura(dovrebbe andare bene per qualsiasi macchina).Tenere il cane così è pratico e sicuro,oltre che legale (vedi articolo Il cane in auto: legge e trasporto ).Un utilità in più che ho notato è con quei cani che non appena si apre la portiera si lanciano letteralmente fuori dall’auto : in questo modo rimangono legati e si può farli uscire con calma senza pericolo. Infine è anche regolabile in lunghezza e costa veramente poco.

Pinze per le zecche: Soprattutto a chi vive in campagnia ,ma anche a chi porta il proprio cane in zone verdi, sarà capitato più volte di dover togliere zecche al proprio cane. L’operazione non è piacevole,magari si ha paura di fare male al proprio cane o di essere punti dalla zecca,o ancora di farla cadere senza sapere dove sia finita. Queste pinzette sono uno strumento tanto semplice quanto utile: basta infilare il gancetto sotto la zecca e poi girare lentamente finche non si stacca: nonc ‘è pericolo di schiacciarla o che la testa rimanga dentro la pelle. Quando si è staccata rimane sulla pizzetta e si può togliere in tutta tranquillità e farne quello che si vuole,senza doverla toccare.Anche queste costano molto poco.

Pettorine: Io ne ho comprata una in particolare,di cui sono molto soddisfatta(vedi immagine a destra,si tratta di una Julius-K9).La maniglia sulla schiena è davvero molto utile. C’è un vasto assortimento di pettorine ma per scegliere il tipo giusto leggete l’articolo I vantaggi della pettorina. Questa è del tipo ad Y (norvegese). Sul sito potete trovarne di buona qualità,come questa che ho comprato io ,oppure le Hurrta o Hunter. Sono molto pratiche e veloci da mettere e qui rimando ad un altro articolo dove vedete il video : come far indossare la pettorina al cane, oltre che belle da vedere. Buon rapporto qualità-prezzo (considerando che le K9 si trovano anche a molto di più).

Per quanto riguarda le pettorine ad H, ci sono anche altri ottimi siti su cui comprare (su zooplus le migliori sono anche le più costose,cioè i modelli con tutte le 5 regolazioni e con gli anelli per adattarle meglio al corpo del cane…se proprio non si può spendere tanto ne hanno anche a prezzo bassissimo). Citandone alcuni: Smartdog, PerrosLife(ha anche altri buoni prodotti) e Haqihana…Anche se il costo è un pò più alto.

L’ultimo prodotto che vi consiglio è il FURminator: E’ davvero molto utile sia per cani che per gatti, vale tutti i soldi che costa. Con questa speciale “spazzola” si riesce a togliere con facilità una quantità enorme di peli (gli stessi che potrebbero essere sparsi per la casa o nello stomaco dell’animale…).Non c’è pericolo di far male al cane o danneggiarne il mantello ed il pulsante dietro permette di rimuovere faiclmente i peli dai dentini. E’ disponibile per più taglie e tipi di pelo (anche corto).

Ecco un simpatico video….:)

…..per trovarli nel negozio: clicca sul link o sul banner che trovi sopra. Ti porterà alla pagina principale del sito. Da li usa il pulsante “ricerca” in alto a destra e scrivi parole che ho evidenziato in nero (cintura di sucurezza,pinze etc)